Assicurazione

Classifica Fair Play

Silivia SCIROLI (LIN)   6
Kristin LICHTNBERG (AUR)   5
Veronica GIULIANI (RM3)   4
Victoria HORN (JCU)   4
Anna MAPPA (LUI)   4
Tabella Completa
Home arrow Calcio a 5 | arrow Notizie arrow Campionato Femminile - La Jcu ribalta il match contro Roma Tre e chiude terza
Campionato Femminile - La Jcu ribalta il match contro Roma Tre e chiude terza Stampa

Roma, 21 aprile 2012 – Due minuti di black out totale costano il terzo posto a Roma Tre che si deve accontentare del quarto piazzamento. Il terzo gradino del podio, infatti, è della Jcu che si riscatta parzialmente dopo la sconfitta in semifinale contro il Foro Italico che è costata la finalissima per il titolo. Al Pala To Live sono le 20.30 esatte quando Roma Tre e Jcu cominciano a giocarsi la finalina del terzo e quarto posto. Un minuto di silenzio precede il fischio d’inizio della terna arbitrale: anche il Campionato delle Università ricorda la scomparsa di Morosini. Poi si aprono le danze. Le orange partono con il piede sull’acceleratore e in più di una occasione si presentano al tiro. È però della Jcu la prima vera occasione, ma la palla si stampa sul palo. Sale quindi in cattedra l’attacco della Jcu che sfiora a ripetizione il vantaggio. A 5 primi dalla conclusione della prima frazione è Roma Tre a portarsi sull’1-0 grazie a un bel gol di Federica Mallozzi. Prima del fischio dell’arbitro c’è ancora spazio per un palo delle americane e una pronta uscita dell’estremo difensore di Roma Tre a sventare il tiro del potenziale pareggio. Il primo tempo si chiude con Roma Tre avanti di un gol. La ripresa si apre con il pareggio, dopo 7 minuti, della Jcu: fa tutto Ashley, la ragazza che sulle spalle porta il numero 23. Prende palla a centrocampo e dopo un dribbling scaglia un tiro a incrociare sul palo lontano alla destra di Claudia Andreini: è uno spettacolare gol che vale l’1-1. Non passano due giri di orologio che la Jcu raddoppia. Stavolta è Victoria Horn a credere su una palla anonima in mezzo all’area e lestamente a battere ancora una volta il numero 1 di Roma Tre, favorita anche da un rimpallo. Partita ribaltata e in mano alle Gladiators, che controllano senza affanno e senza mai rischiare. L’incontro si avvia alla conclusione senza ulteriori sussulti fino a tre minuti dal termine, poi succede di tutto. Roma Tre ha sui piedi la palla del pareggio, ma il tiro libero concesso dall’arbitro viene sbagliato. Sul rovesciamento di fronte la Jcu coglie il terzo palo della partita. Nel recupero Roma Tre ha una seconda chance per portare il match al supplementare, ma anche stavolta pecca sul tiro libero. Prima del triplice fischio sbaglia un tiro libero anche la Jcu: per la quarta volta è il palo a dire di no alle americane. La partita si chiude dunque sul 2-1 per la Jcu su Roma Tre.

 
< Prec.   Pros. >