Assicurazione

Classifica Fair Play

Silivia SCIROLI (LIN)   6
Kristin LICHTNBERG (AUR)   5
Veronica GIULIANI (RM3)   4
Victoria HORN (JCU)   4
Anna MAPPA (LUI)   4
Tabella Completa
Home arrow Calcio a 5 | arrow Notizie arrow Campionato Femminile - Tris della Luiss, "manita" servita al Foro Italico
Campionato Femminile - Tris della Luiss, "manita" servita al Foro Italico Stampa

Roma, 21 aprile 2012 – E’ ancora la Luiss la regina del Campionato di calcio a5 femminile delle Università di Roma. Il quintetto di Raffaele Tenuta cala il tris nella sua quarta finale consecutiva sbaragliando la formazione del Foro Italico nell’atto conclusivo al Pala To Live. Alla fine il risultato parla chiaramente a favore delle campionesse in carica: il 5-1 non lascia scampo alle ragazze di Marta di Matteo, peraltro le uniche ad aver sconfitto quest’anno la Luiss (4-1 nella regular season). Come già accaduto nella precedente partita, ovvero la finalina del terzo e quarto posto, anche in questo caso la gara comincia dopo il minuto di silenzio in memoria di Morosini. I primi 5 minuti sono scoppiettanti. A segnare per prima è la Luiss, con il capitano Sara Immè, poi votata come miglior giocatrice della finale. Solo un minuto dopo il pareggio del Foro Italico, con un eurogol. Bisogna aspettare però metà tempo per vedere il vantaggio della Luiss, che si materializza grazie a un’autorete. Subito dopo il gol che di fatto chiude la partita: è 3-1. A due minuti dalla fine Luiss ancora fortunata, salvata dal legno. Il primo tempo si chiude quindi con la Luiss avanti per 3-1. All’ottavo minuto della ripresa è Rossella Loguercio a calare il poker: la luissina lascia partire un destro imprendibile dalla distanza e fissa il punteggio sul 4-1. Il Foro Italico non ci crede più, la Luiss controlla una gara non propriamente spettacolare (la partita precedente senza dubbio ha divertito di più). L’incontro va sui binari che vuole la Luiss che a metà ripresa “saluta” le avversarie con il quinto gol. Per il Foro solo un palo, nulla più fino al triplice fischio che incorona per il terzo anno consecutivo la Luiss campione della capitale.

A fine match cerimonia di premiazione. Tutti i protagonisti si sono ritrovati sul rettangolo di gioco per i riconoscimenti stagionali, di squadra e individuali. Michele Mancini, il Portavoce del Coordinamento delle Università, ha aperto le celebrazioni, passando poi la palla a Paolo Anedda, presidente della Time Sport, l’organizzazione tecnica della manifestazione, che ricordiamo essere l’unica del genere a livello nazionale. Importante l’intervento di Luca Serangeli, presidente dell’Us Acli di Roma, per il primo anno Ente di promozione sportiva di riferimento del torneo, che ha ricordato che in occasione delle finali del torneo maschile (il 2 maggio al Cotral) l’Associazione donerà un defibrillatore alla squadra che meglio si è comportata nell’arco della stagione. Uno a uno sono seguiti i riconoscimenti. Prima ai direttori arbitrali della finale, Andrea Meloni, Michele Sacristani e Francesco de Angelis, poi a tutti i dirigenti presenti delle squadre partecipanti. Menzione speciale per la Link Tv che per buona parte del torneo ha seguito le gesta delle ragazze scese in campo grazie alle riprese televisive; per il medico dell’incontro, Vincenzo d’Addio; per il fotografo ufficiale della serata, Stefano Pioli; per il fisioterapista, Francesco Alicata; per lo speaker, Valerio di Curzio. La Jcu ha portato a casa il premio per la migliore tifoseria. Claudia Andreini, estremo difensore di Roma Tre, ha vinto il titolo di miglior portiere, mentre a pari merito Chiara Mancini (Roma Tre) e Rossella Loguercio (Luiss) sono state premiate come migliori giocatrici del torneo. Il titolo di capocannoniere è andato a Leire Montoya della Jcu. Premio speciale ad Achille Patrizi, dirigente della Link Campus University, decano della manifestazione, e a Gianpolo Morsa, designatore dell’Associazione Romana Arbitri. Presenti anche il professor Walter Maggini, delegato allo Sport dell’Università Foro Italico, e il professore della Luiss Paolo del Bene, scesi a bordo campo per premiare le ragazze.

 
< Prec.   Pros. >