IL GIURAMENTO DEGLI STUDENTI: VALORI DELLO SPORT, ETICA E FAIR PLAY AL CENTRO DELLA NUOVA STAGIONE DEI CAMPIONATI DELLE UNIVERSITA' DI ROMA. PATRIZI: "TORNEO UNICO IN ITALIA, SARA' UN ANNO STRAORDINARIO", ANEDDA: "PRESTO LA NAZIONALE DI CALCIO"

Presentazione 2019-2020 ConiRoma, 26 ottobre 2019 - Nel corso della cerimonia di presentazione della quindicesima edizione dei Campionati delle Università di Roma, che si è tenuta lo scorso 21 aprile presso la Sala d'Onore del Coni, in continuità con le precedenti stagioni e su iniziativa promossa dal Foro Italico, i ragazzi degli atenei capitolini coinvolti hanno letto il Giuramento. Un breve testo, ricco di significato, con il quale si impegnano a seguire i valori dello sport, etica e fair play e, soprattutto, a rispettare gli avversari. Ecco il testo integrale che è stato letto da 4 tra studentesse...

e studenti di fronte alla sala gremita.

 

A tutti i partecipanti, atleti, tecnici, dirigenti, agli studenti, docenti e personale delle comunità accademiche che loro rappresentano, rivolgiamo il saluto cordiale degli organizzatori dei Campionati delle Università di Roma. Di fronte a voi, nel nome della disciplina sportiva che pratichiamo, ci impegniamo a seguire i valori dello sport, dell'etica e del fair play, a rispettare in ogni occasione l'avversario e il suo valore, ad accettare sopra ogni cosa le decisioni dei direttori di gara e il verdetto sportivo con dignità ed onore.

Ci impegniamo, inoltre, a osservare il principio di solidarietà tra i partecipanti, anteponendo i fini educativi e sociali al successo personale.

Nel fare questo giuriamo di osservare lealmente le norme e i regolamenti sportivi delle competizioni a cui prenderemo parte.

 

Nel corso della cerimonia di apertura dei Campionati, sono intervenuti tutti i presenti al tavolo dei relatori. A prendere la parola per primo è stato Achille Patrizi, dirigente della Link Campus e portavoce del Coordinamento sportivo delle Università di Roma, che ha voluto sottolineare l'avvio di una "stagione straordinaria: un ringraziamento a tutti per questo traguardo, è un sogno che si realizza e sono orgoglioso di tutti voi" rivolgendosi agli oltre cento studenti presenti in sala. Patrizi ha poi ricordato l'unicità della manifestazione, un "torneo senza eguali in tutta Italia per numero di partecipanti e atenei iscritti" dal momento che figurano università italiane e straniere, pubbliche e private.

Paolo Anedda, Presidente della Time Sport che organizza i Campionati delle Università di Roma sin dall'anno della nascita della manifestazione (2005-2006), ha rimarcato che "si preannuncia una stagione da record: sarà certamente più impegnativa ma senza dubbio più stimolante per tutti. Quello che mi auguro è che ci sia come sempre un sano agonismo, ma che resti tale". Anedda si è voluto soffermare poi sul settore femminile "che è sempre stato un fiore all'occhiello della manifestazione" e ha anticipato alcune novità della stagione appena iniziata, tra cui la "Nazionale di calcio delle Università di Roma". In agenda, sotto Natlae, un match che coinvolgerà il Comune di Roma. Maggiori dettagli nelle prossime settimane.

Nel suo intervento Daniele Pasquini, Presidente del CSI-Comitato Provinciale di Roma, da quest'anno nella 'squadra' della manifestazione, ha ribadito l'importanza dello sport nelle università, sport che "deve essere riconosciuto e riconoscibile nel percorso formativo dei ragazzi studenti".

Sul ruolo dello sport ha chiuso gli interventi Damiano Lembo, Presidente nazionale dell'Unione Sportiva Acli ricordando che "è uno strumento fondamentale di coesione sociale a qualsiasi livello".

La serata si è conclusa con la consegna delle maglie da gioco per tutte le rappresentative partecipanti e le foto di rito.